Giardini e parchi

Giardini e parchi nella vita di Sisi

L’imperatrice Sisi è stata un’amante della natura per tutta la sua vita. Proprio nei periodi più difficili ella coglie la possibilità di soggiornare “all’aperto”, nel vero senso del termine. Non è sorprendente, quindi, che la Strada di Sisi conduca i suoi visitatori attraverso molti parchi e giardini. Alcuni di essi sono situati su isole o vicino alle coste, coniugando così perfettamente il tema della natura e dell’arte paesaggistica con l’elemento dell’acqua.

Innumerevoli rose in fiore in estate accolgono i visitatori sulla vecchia isola di pescatori nel Lago di Starnberg. Oggi essa è chiamata Isola delle Rose. Qui i visitatori passeggiano attraverso un paradiso del verde, situato di fronte ad un maestoso paesaggio montuoso. Il parco è stato allestito nell’Isola delle Rose secondo i piani del noto architetto Peter Joseph Lenné.

Lenné allestì anche il Parco del Castello di Laxenburg, oggi un’opera d’arte paesaggistica a livello internazionale. La natura e gli edifici inseriti nel parco si fondono fino a diventare un’opera da maestro di prima scelta.

Nei Giardini di Castel Trauttmansdorff a Merano, con l’uliveto, il più a nord d’Italia, si può godere di un vero e proprio ambiente mediterraneo. Con oltre cento metri di dislivello, i Giardini affascinano i visitatori attraverso la loro varietà botanica, diversi padiglioni artistici e stazioni sensoriali (come la Roccia Sonora, il Bosco di Bambù o l’Orologio delle Libellule).

Il giardino terrazzato del Castello di Miramare a Trieste offre un panorama mozzafiato sul mare. Sull’ampio areale, situato direttamente sulla costa adriatica, crescono numerose piante esotiche, oltre alla tipica vegetazione mediterranea.Il giardino d’ispirazione mitologica dell’”Achilleion”, la residenza greca di Sisi a Corfù, gode di una posizione così favorevole che i visitatori possono ammirare non solo il grande parco, ma anche il mare. Il bosco confinante e l’isola stessa colpiscono per le numerose specie di yucca.

L’imponente parco del Castello ungherese di Gödöllö invita i visitatori a passeggiare e a rilassarsi. L’idilliaco parco, costruito nello stile di un giardino all’inglese, sui suoi 26 ettari di superficie ospita alberi antichi, meravigliosi viali e una Fagianaia, secondo alcune fonti il posto preferito dall’imperatrice.

A solo cinque chilometri di distanza, è situato il Parco equestre dei fratelli Lázár nello splendido paesaggio collinare che circonda Domonyvölgy. Qui spettacoli ippici, spettacoli di addestramento e giri in carrozza ricordano l’entusiasmo di Elisabetta per lo sport equestre.